[…] “Tu non sapevi chi fossi e io non ti avevo notato, ma quella sera fu uno sguardo inatteso, un fortuito incrocio d’anime a fondere le prospettive dell’uno negli orizzonti dell’altro. E improvvisamente il mondo come lo conoscevamo non esisteva più. Era cambiato. Anche il rumore del respiro, il tamburellare del cuore, l’aria sulla pelle sembravano diversi. Più veri. Più intensi. Più umani… In quell’istante ho capito tutto. Ho capito che stavo vivendo come mai avevo vissuto prima. Ho capito di volermi bene così come sono. Di volermi vivere per quello che sono e non per come gli altri vorrebbero che fossi.” […]

Dal romanzo “Ho chiesto udienza”

 

Scrivo da quando ho imparato a scrivere, quindi molti, molti, anzi moltissimi anni fa. L’ho sempre fatto per me. Per colmare i miei vuoti, per ritrarre con le parole istanti importanti, arginare la tristezza, esaltare la gioia; ma anche per lenire il dolore interiore che da sempre accompagna la mia vita. La scrittura è diventata il mio rifugio, una tana scavata nelle viscere di un universo parallelo permeato di un silenzio mistico ed evocativo e attraversato da un vento costante, lento e muto, fatto di pensiero. In quella tana, dentro un cassetto sgangherato conservo pagine di appunti, note, riflessioni, storie e sogni. Dentro quel cassetto c’è il me stesso che tutti vantano di conoscere, ma nessuno conosce veramente. Il me stesso che ho deliberatamente negato al mondo, che ho costretto dietro una maschera di terracotta per paura, per conformismo. Il me stesso che non doveva essere, ma è e oggi reclama la luce, chiede giustizia e pretende di vivere la propria essenza in pace.
Qualche mese fa, riaprendo il cassetto sgangherato, ho ritrovato compagni dei quali neanche ricordavo l’esistenza. Personaggi di ogni tipo sono riemersi da montagne di carta ingiallita, ognuno con la propria storia, il proprio destino. Soggetti diversi, fratelli di penna, figli delle mie fantasie, dei miei pensieri, dei miei bisogni, del mio io più intimo, che su insistente richiesta di alcuni amici, a cui mai smetterò di dire grazie, ho deciso di condividere – non senza timore – in uno spazio privo di confini. Questo spazio… Quindi eccomi qui. Mi rimetto a voi. Nudo. Vero. Io, così come questa vita, questo tempo, questa dimensione o chi li governa hanno voluto che fossi.

Chiudo con dei versi di Emily Dickinson, versi a me molto cari per la forza e la grande speranza in essi contenuta. Consideratelo il mio personale “buon viaggio” nel mondo – auspico coinvolgente – della parola.

 

This is my letter to the World
That never wrote to Me –
The simple News that Nature told –
With tender Majesty

Her Message is committed
To Hands I cannot see –
For love of Her – Sweet – countrymen –
Judge tenderly – of Me

Emily Dickinson (1830-1886)

 


Sono nato nel 1972. Dopo una lunga esperienza professionale in ambito internazionale che mi ha portato ovunque nel mondo, ho deciso di fermarmi, concedermi del tempo e dare spazio e voce ai miei sogni. Nel 2012 intraprendo un percorso artistico-letterario del tutto personale e fondo Frank’n’Angel, un’agenzia di grafica e comunicazione impegnata tra l’altro a promuovere e sostenere giovani talenti del territorio.

Sono nato nel 1972. Dopo una lunga esperienza professionale in ambito internazionale che mi ha portato ovunque nel mondo, ho deciso di fermarmi, concedermi del tempo e dare spazio e voce ai miei sogni. Nel 2012 intraprendo un percorso artistico-letterario del tutto personale e fondo un’agenzia di grafica e comunicazione, impegnata tra l’altro a promuovere e sostenere giovani talenti del territorio.

10 Comment on “ABOUT ME

Partecipa attivamente al blog. Scrivi il tuo commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: